La musica per coinvolgere i più giovani nella donazione di sangue

LA MUSICA COME CURA PER LA SOCIETÀ: a Brescia AVIS e la scuola di musica OTTAVA insieme per raccogliere nuove giovani adesioni alla donazione di sangue.

Cosa hanno in comune AVIS Brescia, l’OTTAVA, scuola di musica, studio di registrazione e Music Hall per concerti ed eventi live di Brescia e ARTIGIANI DELLE NUVOLE, un’officina di talenti del fumetto e dell’illustrazione?
Queste tre realtà si sono alleate e sono riuscite a vincere il bando di Regione Lombardia per il “sostegno di progetti di rilevanza locale, promossi da organizzazioni di volontariato o associazioni di promozione sociale”.

Partiamo dallo scorso anno e dallo scoppio della pandemia.

Durante il lockdown infatti la raccolta di sangue si è più che dimezzata; i motivi di un tale calo hanno radici nell’anagrafica dei donatori. La maggioranza dei donatori AVIS Brescia infatti si trova in fascia over 60, range di età ritenuta a rischio maggiore e che quindi ha vissuto il lockdown in maniera molto più pervasiva del resto della popolazione. Su un totale infatti di 5.000 donatori attivi, su Brescia solo l’11% rientra nelle persone tra i 18 e i 35 anni.

L’esigenza per AVIS è diventata dunque quella di far partire immediatamente una politica attiva per ringiovanire la compagine donatori e per poterlo fare, comprendere il linguaggio di questa fascia d’età, capirne le esigenze e far capire loro l’importante realtà della donazione di sangue, diventa cruciale.

Il progetto vinto con il bando di Regione Lombardia ha quindi un singolo punto focale: declinare la realtà della donazione di sangue secondo un linguaggio comprensibile ai giovani.

Per fare ciò AVIS ha coinvolto OTTAVA e ARTIGIANI DELLE NUVOLE, realtà che da anni lavorano con la popolazione più giovane del territorio: musica e fumetti come strumenti in grado di movimentare grandi masse di ragazzi nella fascia di età interessata.

In OTTAVA si proporrà un percorso laboratoriale lungo un anno in cui verranno creati brevi video musicali e spot, con lo scopo di sensibilizzare sulla donazione del sangue. Si comporrà un team di giovani musicisti volontari, che avrà come obiettivo quello di declinerà il valore del dono in chiave innovativa.
A questo seguirà la stesura dei concept per video e brani musicali, che dovranno pubblicizzare la donazione attraverso il linguaggio musicale. Nel corso dell’anno si proseguirà poi con stesura delle partiture e con la realizzazione dei video a cui seguirà il montaggio.

L’Ottava ha sempre avuto tra le sue mission coltivare e far esprimere le capacità artistiche dei suoi giovani associati impegnandosi a dar loro la massima visibilità tramite iniziative mirate ad una restituzione sociale per il territorio: la musica come cura per la società. Il progetto permetterà di convogliare gli artisti più promettenti nella realizzazione di video ed eventi per una buona causa ad altissima risonanza territoriale.

Inoltre, grazie al finanziamento del bando di Regione Lombardia, figure professionali fino ad oggi ferme a causa della chiusura delle scuole e dell’interruzione di tutti gli aspetti artistici della società, potranno tornare a lavorare, seguendo i ragazzi in ogni fase della produzione del materiale e dei contenuti audio e video. Musicisti e insegnanti seguiranno i ragazzi nelle parti di stesura dei testi, delle strutture musicali. Tecnici professionisti e specializzati li seguiranno nella parte tecnica di realizzazione dei video, del montaggio, della post-produzione.

Paolo Cavagnini – Presidente Scuola di Musica Ottava